Prima casa: benefici fiscali per l’acquisto

29 Novembre, 2019 2:35 pm

Acquisto prima casa: benefici fiscali in presenza di alcuni requisiti.
Quando si compra un immobile è possibile pagare le tasse (l’Imposta di Registro o l’IVA) in misura ridotta.

acquisto prima casa benefici

Prima casa: QUALI i benefici fiscali?

Secondo i dati pubblicati dalla rivista “Gli immobili in Italia – 2015”, curata dagli esperti del Dipartimento delle Finanze e dell’Agenzia delle Entrate, quasi 8 famiglie su 10 sono proprietarie della casa in cui vivono. A tale risultato contribuisce anche la normativa fiscale, che prevede numerose e importanti agevolazioni per l’acquisto di un’abitazione.

Nel caso di acquisto di un immobile CON i requisiti “prima casa” è necessario pagare:

  • Imposta di Registro al 2 % se il venditore è un privato o un’impresa che NON applica l’IVA (oltre ad Euro 100,00 per ulteriori imposte fisse)
  • IVA al 4 % se il venditore è un impresa che applica l’IVA (oltre ad Euro 600,00 per ulteriori imposte fisse)

Decisamente più alte le imposte nel caso di acquisto di un immobile SENZA i requisiti “prima casa”:

  • Imposta di Registro al 9 % se il venditore è un privato o un’impresa che NON applica l’IVA (oltre ad Euro 100,00 per ulteriori imposte fisse).
  • IVA al 10 % se il venditore è un impresa che applica l’IVA (oltre ad Euro 600,00 per ulteriori imposte fisse).

Prima casa: CHI può ottenere i benefici fiscali

Le agevolazioni prima casa ti spettano in presenza di requisiti che riguardano:

  1. La categoria catastale dell’immobile
  2. L’ubicazione dell’immobile (dove è situato)
  3. La proprietà di un altro immobile

 

Vediamo i requisiti nel dettaglio:

1. Agevolazioni prima casa: quali categorie di immobili?

Si può usufruire dei benefici “prima casa” solo quando si acquista un immobile classificato in una delle seguenti categorie catastali:

A/2 – Abitazioni di tipo civile
A/3 – Abitazioni di tipo economico
A/4 – Abitazioni di tipo popolare
A/5 – Abitazioni di tipo ultra-popolare
A/6 – Abitazioni di tipo rurale
A/7 – Abitazioni in villini
A/11 – Abitazioni e alloggi tipici dei luoghi

 

Non possono usufruire dei benefici “prima casa” quando si acquista un immobile di lusso (A/1) una villa (A/8) un castello o un palazzo storico (A/9).

Inoltre in caso di acquisto di un immobile classificato A/1, A/8 e A/9 in caso di IVA, l’aliquota normale sarà pari al 22% e non al 10%.

 

2. Agevolazioni prima casa: dove si trova l’immobile?

Per usufruire dei benefici “prima casa” è necessario che l’immobile si trovi nel comune in cui l’acquirente ha la propria residenza.

Se hai la residenza in un altro comune, è necessario spostare la residenza nel comune dove è situato l’immobile entro 18 mesi dall’acquisto dello stesso.

In ogni caso hai diritto alle agevolazioni quando l’immobile si trova:

  • nel comune in cui l’acquirente svolge la propria attività;
  • nel comune in cui ha sede o esercita l’attività il proprio datore di lavoro;
  • nell’intero territorio nazionale, purché l’immobile sia acquisito come “prima casa” sul territorio italiano, se l’acquirente è un cittadino italiano emigrato all’estero.


3. Agevolazioni prima casa se hai un altro immobile

Qualora hai già acquistato un immobile usufruendo dei benefici “prima casa”, puoi acquistare un secondo immobile ed usufruire nuovamente dei benefici “prima casa”, ma dovrai vendere entro 12 mesi il primo immobile.

Agevolazioni prima casa e prezzo valore

Una ulteriore agevolazioni di cui puoi usufruire è l’applicazione del prezzo valore per la determinazione della base su cui calcolare le imposte di registro. In tal modo pagherai le imposte sul Valore Catastale dell’immobile e non sul prezzo di compravendita dell’immobile .

 

Per approfondire la normativa sui benefici fiscali per l’acquisto prima casa:

Consulta la guida fiscale dell’Agenzia delle Entrate.